Post

Assalto al sole

Immagine
#ddebsegnalolibriEsce oggi, 22 settembre 2020, la prima antologia Solarpunk scritta da autrici e autori italiani: Assalto al Sole, pubblicata in ebook e cartaceo da Delos Digital. 
È possibile immaginare un futuro migliore, basato su tecnologie sostenibili e stili di vita cooperativi (anziché competitivi)? È la sfida del solarpunk, alla quale rispondono undici tra i migliori autori italiani di fantascienza.Il curatore, Franco Ricciardiello, ha coordinato questa squadra: Giulia Abbate, Serena Barbacetto, Romina Braggion, Stefano Carducci e Alessandro Fambrini, Franci Conforti, Davide Del Popolo Riolo, Lukha B. Cremo, Nino Martino, Franco Ricciardiello, Silvia Treves. Qui trovate una breve presentazione degli autoricon un booktrailer; qui trovate un articolo  che parla del Solarpunk e qui lo potete ordinare.Ci auguriamo che l'antologia possa trasportarvi all'interno di mondi un po' meno cupi dell'attuale Capitalocene.A presto.Romina Braggion

Tellūs | Quaderni di lettura

Immagine
#ddebsegnalolibri"Tellūs | Quaderni di lettura, Ecologia, Paesaggio" è un nuovo progetto editoriale, curato da Antonia Santopietro, in linea di continuità con le attività divulgative relative a letteratura, ecologia, clima, ambiente e natura, pubblicate sul portale ZEST.
Questo è il sommario:
SOMMARIO NO. 1 | 2020
EDITORIALE
I confini fluidi della riflessione
di Antonia Santopietro

ECOCRITICA / STUDI CRITICI

Nomi, volti, e futuri possibili. L’ecocritica mediterranea e la rappresentazione dell’alterità migrante
di Serenella Iovino e Pasquale Verdicchio
Migranti climatici nella geopoetica del disastro: Arpaia, Zanotti, Bertante, Montag 
di Paolo Lago
Confini di-versi. Frontiere, prospettive, orizzonti della poesia italiana contemporanea 
In dialogo con Flaviano Pisanelli e Laura Toppan
di Antonia Santopietro
Intorno all’antologizzazione poetica
di Jean-Jacques Marchand

RECUPERO LETTERARIO

Delle città
di Maurizio Corrado
Dal saggio Émile Verhaeren di Stefan Zweig: Città (Le città tentacolari)  
a…

Recensione: Distòpia

Immagine
#recensione #diariodierrebiCome lo scorso anno, si ripresenta l'attesa raccolta di scrittrici e scrittori di fantascienza italiana. Distòpia, antologia AA.VV di Urania, collana Millemondi è stato pubblicato ai primi di luglio.Anche per questa antologia è disponibile la colonna sonora.

Ho notato un paio di elementi che caratterizzano alcuni racconti: la menzione di un virus pandemico e/o l'ambientazione virtuale e social nella quale vivono i personaggi. Mi domando se sia stata un'indicazione fornita dal curatore Franco Forte oppure se si tratti di una casualità. A ogni modo, voluta o meno, dà un senso di coesione ai testi. 
Come mia abitudine ho letto subito l'introduzione del curatore e, come secondo passo, il saggio molto accurato di Carmine Treanni. Credo sia stata una scelta saggia la mia, sono entrata in possesso di elementi che mi hanno aiutata a comprendere meglio i racconti. 
Altro elemento da sottolineare è la trovata simpatica del curatore di confezionare introdu…

Distòpia, Urania. Colonna sonora di un'antologia

Immagine
L'antologia Distòpia, Urania Millemondi, è uscita in edicola ai primi di luglio. Si tratta di fantascienza, distopia nello specifico, e annovera penne femminili e maschili eccellenti. Come l'anno scorso non ho mancato la lettura e oggi vi propongo la tracklist, trovata che la volta scorsa era piaciuta molto. La recensione seguirà a breve. 

"Hector di Paolo Aresi" Vidi tempo fa un video su YouTube e una musica abbinata. Perfetta per il racconto di Paolo, così come il video.
Colonna sonora Una miniera, New Trolls
"Cogito Ergo Sum di Valeria Barbera"Sebbene il testo della canzone parli di rinascita, trovo che l'atmosfera di forza e consapevolezza calzi a pennello con il racconto di Valeria.
Colonna sonora Feeling good, Nina Simone
"Ninfe sbranate di Francesca Cavallero"L'atmosfera dolente di questa musica si adatta perfettamente al racconto di Francesca, sia nel testo sia nella melodia. Sentirete e leggerete!
Colonna sonora Non, je ne regrette rien…

Segnalazione: Insogno

Immagine
#ddebsegnalolibriSegnalazione: InsognoL'antologia di Simonetta Olivo è stata pubblicata, nel luglio 2019, in e-book nella collana Robotica di Delos Digital. L'autrice è presente nel progetto La Metà del Mondo.Ho appena aggiornato la sua scheda autrice con due novità.
Anche in questo caso, anziché definire questo articolo una recensione, preferisco dire che segnalo l'antologia. Trovo che il verbo segnalare si addica di più a ciò che sento e a ciò che propongo.
Quindi partiamo dalla presentazione Delos Digital: "Andare in “insogno” è partire per un viaggio raccontato dalle sette storie di Simonetta Olivo che prendono la forma di un fix-up onirico. Storie collegate come solo i sogni sanno esserlo. Richiamandosi l’una con l’altra, costruiscono un universo immaginario nel quale la realtà dei personaggi coinvolti si manifesta come un brusco risveglio. Gli occhi si aprono su mondi segnati, vite quasi spente, su androidi più umani degli uomini stessi, e il sogno diventa l’unica …

Libri sul femminismo oggi

Immagine
#ddebsegnalo #ddebsegnalolibri Veloce segnalazione sul blog, affinché resti traccia.
Taggo anche in La Metà del Mondo, mi sembra sensato. Articolo ampio e particolareggiato, pane per i miei denti e per quelli di molte amiche.
Uno sguardo sui libri sul femminismo in Italia, oggi. Articolo di Noemi Milani, su Il Libraio, del 01/07/20.
Foto di Sara Spadaro "Vera"

Segnalazione: Stelle umane

Immagine
#ddebsegnalolibriSegnalazione: "Stelle umane" L'antologia di Giulia Abbate è uscita autopubblicata in e-book nel 2017. L'autrice è presente nel progetto La Metà del Mondo e in vari altri articoli di questo blog. Cercate Abbate e li troverete tutti.
In quest'antologia, quasi esclusivamente di fantascienza, Giulia ha raggruppato nove racconti, otto già pubblicati e uno inedito. Tutti recano, all'inizio, la prefazione del curatore dell'antologia per la quale furono scritti. Leggerle è interessante per scoprire particolari curiosi relativi all'autrice o al racconto. Nell'introduzione si legge una frase di Stephen King: "Non mi interessa sapere cosa muove i razzi, per quello ci sono le riviste di divulgazione scientifica. A me interessa sapere cosa muove le persone." Citazione emblematica di ciò che si  troverà nel libro e, anche, del fastidio di Giulia verso i missili (e gli omini verdi e i computer olografici ;D )  Amo particolarmente la frase …

Recensione: Faccia a faccia

Immagine
#recensione 
Faccia a faccia, saggio di Antonella Marangoni, pubblicato da Amrita Edizioni.
La recensione di oggi riguarda un’opera di una signora ossolana esperta di lettura del volto e laureanda in psicologia.Mi regalò il suo libro lo scorso agosto, in occasione della sua intervista per il blog Diario di ErreBi. Era proprio ora di leggerlo.  Immagino che Antonella si sia chiesta, durante il concepimento di quest’opera, o forse ancora prima quando era solo un desiderio, se diffondere un insegnamento o indicare una via. Ho sempre percepito i testi scolastici come portatori di conoscenze fredde e poco stimolanti. Sicuramente chi mette insieme le nozioni per trasmetterle agli studenti non si è mai prefissato l’obiettivo di fare appassionare alla materia di cui scrive. Non ho trovato empatia e calore in alcun testo mi sia passato tra le mani, nemmeno tra quelli che studia ora mio figlio liceale. Dopo aver concluso la lettura di questo libro sono persuasa che Antonella abbia scelto di condiv…

Recensione: Cielo di carta

Immagine
#recensioneRecensione: "Cielo di carta" Il racconto distopico di Irene Drago è uscito nella collana Futuro Presente di Delos Digital nel maggio 2020. L'autrice è presente nel progetto La Metà del Mondo. La distopia è certamente il genere d'elezione del racconto, qui portata alle estreme conseguenze. TRAMA Nei ricchi quartieri, denominati Stelle e Comete, ci pensano Mamma Pharma e Papà Naja a controllare ogni cosa, sotto lo sguardo severo del Presidente. Oltre i confini c’è lo slum infestato di malattie, miasmi, povertà. Ma qualcos’altro sta prendendo vita tra baracche e rivoli di fango: danze di topi, brulicare di vermi, e un culto sincretico di antichi dei che si perdono nella notte dei tempi. Da Irene Drago, già autrice di Liberi tutti, un racconto visionario e potente in cui riecheggiano Ellison e Lovecraft.
RECENSIONE (spoiler)
Il racconto narra la parabola discendente di due dottorandi alle prese con una ricerca farmacologica. I due giovani annaspano in un mondo dol…